Scegli lingua

Riscritta la storia di internet, si naviga più da Android che da PC

 

Il sorpasso è già avvenuto: a marzo 2017 si naviga più sul web da Android, che non da PC Windows. E' il ritratto di come cambiano i tempi e il mercato

Nessun dubbio sull'importanza che i dispositivi mobili rivestono oggi in tema di navigazione su internet: secondo le ultime rilevazioni della società di ricerca Statcounter, il traffico Android ha appena raggiunto, e anzi superato, quello generato dai dispositivi PC Windows. Un chiaro segnale di come cambiano i tempi.

 

Il sistema operativo di Google, dunque, è più utilizzato rispetto a quello Microsoft per navigare in rete. Nel mese di marzo 2017, gli utenti Android hanno rappresentato il 37,93 per cento delle attività fatte registrare sulla rete di Statcounter, contro il 37,91 per cento in entrata dal sistema operativo Microsoft. Il dato non è da poco, considerando che gli studi Statcounter si basano su un bacino di 2,5 milioni di siti web in grado di generare oltre 15 miliardi di pagine viste mensili. Ricordiamo che già a febbraio la stessa società di ricerca aveva previsto il sorpasso di Android su Windows per la navigazione sul web, atteso come imminente o entro quest'anno: le percentuali però sono cambiate rapidamente ed è già avvenuto.

 

 

È interessante notare come anche in campo Apple la navigazione mobile ha superato di gran lunga quella desktop: lo stessa società di ricerca, infatti, ha contato per il mese di marzo 2017 un traffico internet iOS superiore, di ben tre volte, rispetto a quello proveniente da macOS.

 

 

Il dato riflette anche il mercato attuale di PC e smartphone: mentre il primo si trova ad affrontare un momento di crisi non da poco, il secondo continua a crescere, soprattutto in paesi emergenti, come l'India, Cina, America Latina e altri ancora. Peraltro, se da un lato il traffico internet generato da iOS e Android è equiparabile nei mercati occidentali, come gli Stati Uniti, in paesi come l'Asia, l'Africa, il Medio Oriente e l'America Latina è Android a fare la parte del leone. Questo perché, è ovvio, si tratta di mercati in cui vanno per la maggiore i telefoni entry level e low cost, fasce che non sono assolutamente coperte da dispositivi Apple.